Potenziale terapeutico della curcumina per la vista e nelle malattie degli occhi

La curcumina (diferuloilmetano) derivata dal rizoma di Curcuma longa L. è stata utilizzata per migliaia di anni nella medicina tradizionale cinese e nella medicina ayurvedica nei paesi asiatici per curare malattie del fegato, malattie reumatoidi, diabete, aterosclerosi, malattie infettive e cancro. Presenta una vasta gamma di proprietà farmacologiche, tra cui attività antiossidante, antinfiammatoria, antimutagenica, antimicrobica e antitumorale. Qui sono descritti i meccanismi di impatto della curcumina su stress ossidativo, angiogenesi e processi infiammatori che indicano che l’uso di curcumina può inibire quelle condizioni patologiche e ripristinare l’omeostasi del corpo. La sua efficacia è stata dimostrata anche per le principali malattie degli occhi e per il benessere della vista. In questa recensione, viene riportata l’influenza della curcumina sulle malattie degli occhi, come glaucoma, cataratta, degenerazione maculare legata all’età, retinopatia diabetica, neovascolarizzazione corneale, guarigione delle ferite corneali, patologie dell’occhio secco, congiuntivite, pterigio, uveite anteriore. L’analisi di una serie di indagini cliniche e precliniche indica che la curcumina può essere utilizzata come agente terapeutico nel trattamento di vari disturbi oculari.

Fonte: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31530988
Cent Eur J Immunol. 2019;44(2):181-189. doi: 10.5114/ceji.2019.87070. Epub 2019 Jul 30.
Therapeutic potential of curcumin in eye diseases.
Radomska-Leśniewska DM1, Osiecka-Iwan A1, Hyc A1, Góźdź A1, Dąbrowska AM2, Skopiński P1.